Spread the love

Spread the love

" />
sabato, 11 aprile, 2015

Isis: Mosca accusa Washington

Spread the love
Barack Obama e Tayyip Erdogan

Gli Usa non inseriscono lo ”Stato Islamico” nel libro nero delle sanzioni Onu

Mosca non può accettare i tentativi di alcuni Paesi occidentali, tra cui gli Stati Uniti, che hanno bloccato la richiesta alle Nazioni Unite per inserire ISIS nella lista delle sanzioni, per assolversi dalla responsabilità dalla proliferazione delle attività dell’organizzazione terroristica, si legge in un comunicato del ministero degli Esteri.
Come indicato nel Ministero degli Esteri della Federazione Russa, gli Stati Uniti ed i loro alleati insistono nel rinominare nella lista delle sanzioni “Al Qaeda in Iraq” al posto di ISIS, cosa che non riflette la situazione reale.
Al dicastero della diplomazia russa ritengono chiaro il quadro politico di questa posizione:
“assolversi dalla responsabilità per il proliferare delle attività di ISIS e dimostrare che non si tratta di un nuovo gruppo, apparso a seguito dell’attuazione dei piani per spodestare il presidente siriano Bashar Assad, ma di un movimento nato dalle ceneri di Al Qaeda, pertanto la coalizione anti-Assad non ha alcuna responsabilità nè morali e politiche.”
“La parte russa non può essere d’accordo con tuttociò. Non è male ricordare che “Al Qaeda in Iraq” è stata costituita a seguito dell’invasione americana dell’Iraq nel 2003″,
— conclude il ministero degli Esteri russo

Commenti

commento(i). Per commentare, puoi utilizzare sia il tuo account di Facebook o di qualsiasi altro social network oppure puoi sempre "dirci la tua" senza dover utilizzare un tuo account ma semplicemente registrandoti su Rinascita, come indicato in fondo alla pagina.

Displaying 1 Comments
Have Your Say
  1. manente ha detto:

    La prova provata che l’Isis lavora per Obama, come peraltro dimostrato dalle foto del senatore McCain introdottosi clandestinamente in Siria per un “briefing” con i tagliagole del cosiddetto stato islamico.

Lascia un commento

Devi COLLEGARTI per lasciare un commento.